Crea sito
Senza categoria

Il fascino irresistibile del Codice destinatario

By 12 Settembre 2019 11 Novembre, 2019 No Comments

La Fattura Elettronica: quando l'ERP non parla con lo SdI

Ci sono migliaia di Cristiano Ronaldo in Portogallo ma solo uno è l’immenso e folgorante CR7. Lo sanno tutti: CR7 è il codice che nasconde il giocatore di calcio più pagato del mondo. Che dire poi di nomi come “St3pNy” o “Favij”: sono solo due dei più frequentati youtuber del web. 

Tutti codici univoci, proprietari, praticamente brevettati. Ma chi non ha mai subito il fascino irresistibile dei codici? Chi non gode come un riccio quando può codificare, serializzare, ordinare i numerosi fenomeni della realtà? Cosa sarebbe il calcio senza i numeri di maglia? E l’amministrazione pubblica senza l’epico ufficio protocollo? Chi non prova soggezione e rispetto di fronte al modulo 730/4?

Anche il legislatore, che ha partorito le regole tecniche della fatturazione elettronica, non ha resistito alla idea sensuale di inventare un nuovo codice da dedicare alle aziende italiane: il codice destinatario. Incurante del fatto che tutte le aziende sono da sempre in possesso di un codice univoco chiamato Partita Iva, insensibile all’idea che milioni di soggetti sarebbero andati in fibrillazione all’idea di scambiarsi un ulteriore codice identificativo, animato solamente dall’irrefrenabile incanto dei codici alfanumerici, ha pensato bene di creare il più misterioso e trend dei codici amministrativi mai inventato. A nulla sono servite le successive circolari che ne hanno chiarito l’utilizzo e ridimensionato l’impatto organizzativo: Clienti e Fornitori continuano ancora a richiedere o indicare l’altrui o proprio codice destinatario. Oggi chi emette una fattura elettronica può serenamente non indicare nessun codice destinatario dato che è onere del suo cliente configurarlo nell’area riservata del portale dell’agenzia delle entrate: più che un codice destinatario è un codice del destinatario. Slittamento semantico, incuria o semplice passione travolgente per i codici?

C’è certamente una solida tradizione tutta italiana di imbottire di complessità e incoerenze le procedure amministrative, ma c’è qualcosa che mi fa pensare che tutto ciò piace. Vi sembrerà strano ma in fondo c’è una forma incomprensibile di felice masochismo che si è depositato nelle coscienze dei cittadini italiani, sempre più ambiguamente appagati di essere vittime della burocrazia pubblica. Per qualsiasi commento rif. Cod. Articolo: BD45L697.

Articoli suggeriti per te

Principi di DocAnalisi

I rischi della Over Automation

Vorrei un pollo

Uguali ma Diversi

About ilconsulenteromantico

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami